Risarcimento Malasanità

E’ passato un anno dalla scomparsa della bimba di nove anni  di Montesoro morta a seguito di un intervento alle tonsille. Un caso di presunta malasanità, di presunto errore medico, di presunta negligenza medica che è giunto alla fine delle indagini preliminari promosse dal giudice.

 

Per il magistrato, sembra che ci siano gli elementi per individuare dei profili di colpa professionale per condotta omissiva, per mancata diagnosi (non si valutò correttamente la gravità della situazione) e per condotta commissiva, per la errata esecuzione dell’iter teapeutico e di cura.

 

A detta dei medici legali che hanno redatto la perizia, sembrano evidenti le prove che attestano la mala condotta dei medici intervenuti che ne provocò la morte per asfissia meccanica da sommersione interna da sangue proveniente da ramo collaterale dell’arteria carotidea esterna sinistra sezionata in corrispondenza della loggia tonsillare.

 

Per i periti, quindi, un caso evidente di negligenza ed imperizia medica. Un caso di presunta malasanità, di presunto errore medico  che sta diventando più di una semplice presunzione.

 

Il decesso, secondo il giudice, poteva essere evitato se i medici fossero stati più attenti e diligenti sia durante l’intervento chirurgico che dopo quando la bambina fu riportata in ospedale.

 

Tutto era iniziato con un fastidioso dolore alle tonsille che aveva condotto la bimba all’ospedale “Giovanni Paolo II” per l’asportazione, come succede a migliaia di bambini, tanto da considerare tale intervento di assoluta routine per le odierne conoscenze mediche.

 

L’intervento di asportazione delle tonsille è di solito proposta dal medico otorinolaringoiatra in caso di tonsilliti frequenti e fastidiose o addirittura degenerate in ascesso tonsillare. L’intervento viene eseguito in tutte le età. Il decorso post-operatorio  la deglutizione può diventare particolarmente difficoltosa per più giorni.

Infatti è ritenuto un intervento banale ma doloroso e che può portare a delle complicanze, tra le quali la più frequente è l’emorragia.

 

La bimba dopo l’operazione era stata dimessa per poi, dopo qualche giorno, rientrare con urgenza in ospedale, dove è morta per un principio di asfissia.

 

Proprio la “normalità” dell’intervento rispetto all’ “anormalità” del suo tragico esito hanno portato la famiglia a volerci veder chiaro sul quel che è successo durante tutto l’iter ospedaliero e di cura.

 

Un caso di presunta malasanità, di presunto errore medico, di presunto danno medico mortale sul quale speriamo, presto, sia fatta definitivamente chiarezza.

 

Vittima di una Malasanità? Hai Subito un Errore Medico? Non Sai Come Essere Risarcito? Hai Bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog