Risarcimento Malasanità

Altro caso di presunta malasanità a Padova. Altro caso di presunto e non si sa ancira quanto grave, errore medico nell’Italia del Nord-Est benestante.

A Padova, un clamoroso scambio di vaccini, porta due fratelli, una femmina di 11 anni e un maschietto di 5 mesi a vedersi iniettare l’uno il vaccino dell’altro.

Infatti alla bambina è stato somministrasto il vaccino per la poliomelite e la difterite destinato al fratello, e a quest’ultimo è stato somministrato il vaccino per il Papilloma previsto per la sorella.

Ed è proprio il bimbo a destare le maggiori preoccupazioni, perchè non si hanno dati sulla somministrazione di tale vaccino ad un bimbo così piccolo.

I genitori hanno sporto denuncia ai Carabinieri. Un presunto caso di malasanità, di errore medico, nella città dove qualche giorno fa si era già verificato un grave episodio di  malasanità che ha portato una giovane donna di 27 anni a perdere il bimbo che aveva in grembo e la possibilità di partorirne ancora.

Il bimbo di 5 mesi in questione, sembra presentare attualmente un quadro clinico normale. Ma il fatto di non poter presumere gli effetti del vaccino per il Papilloma su un paziente così piccolo non consente di dormire sonni tranquilli e il bimbo dovrà stare sotto osservazione per almeno un mese.

Basti pensare che il vaccino in questione, già di per sè, ha sollevato non poche perplessità, anche all’interno dello stesso mondo accademico, tanto da dubitarne a priori l’effettiva utilità, arrivando in alcuni casi addirittura a circoscriverne alcuni effetti molto pericolosi. E questo nella applicazione normale prevista (di solito prescritto alle bambine di 11-12 anni per prevenire il carcinoma al collo dell’utero). La preoccupazione per il bimbo di Padova ci pare quantomeno legittima.

Si pensi che più di 4000 ricercatori spagnoli hanno proposto una moratoria dell’utilizzo di tale vaccino almeno per tre anni. Si paventano effetti negativi, registrati in 20 Stati in cui tale vaccino è stato utilizzato che vanno dalla perdita di coscienza al collasso, dalla comparsa della sindrome di Guilleme-Barrè al decesso.

Si lamenta una mancanza di informazioni scientifiche adeguate dei suoi effetti, la continua segnalazione da più parti degli effetti negativi, l’inutilità di fondo data la presenza di un esame efficace come il Pap-test, una mancanza di trasparenza dato che la quasi totalità delle ricerche che ne sostengono l’utilità sono interamente finanziate dalla case farmaceutiche.

Ecco perchè il presunto errore medico, la presunta malasanità occorsa a Padova desta preoccupazione, sia per l’eventuali condizioni di salute del piccolo, sia perchè si inserisce in una lunga scia di presunti casi di malasanità dell’ultimo mese che coinvolgono il sistema sanitario italiano da Nord a Sud, e non può passare inosservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog