Risarcimento Malasanità

Verità, chiarezza, trasparenza.

Lo chiedono i genitori di Stefano, un bambino di 11 anni morto in circostanze ancora da chiarire a seguito di un ricovero per una polmonite.

Un caso sul quale si deve far luce, al fine di allontanare il sospetto di una malasanità, di un errore medico, di una negligenza medica.

Arresto cardiaco”, sono le parole scritte sul referto medico che attesta l’ avvenuto decesso del giovane ragazzo.

Troppo poche per lenire il dolore di due genitori avvolti in un dolore immenso. Troppo poche per soddisfare il bisogno di spiegazioni di una famiglia che aveva fatto tanto per crescere questo bambino.

La vita di questo giovanissimo, infatti, non è mai stata semplice. Fin dalla nascita era accompagnato da una  grave malformazione cardiaca, compensata da l’amore e la dedizione di un’intera famiglia.

Il funzionamento del cuore di Stefano era legato ad un peacemaker fin da quando aveva appena dieci anni.

Ma nonostante questo, le parole scritte sul referto medico, non possono bastare a due genitori che vogliono spiegazioni sul perchè il loro bambino ha chiuso gli occhi per sempre, mentre era ricoverato per risolvere un problema polmonare.

Una prima provvisoria diagnosi parlava di broncopolmonite, e la stessa aveva fatto optare i medici a trattenere il bambino in ospedale.

La situazione è però precipitata nel giro di pochissimo e il cuore di Stefano ha smesso di battere.

Una ventina di giorni prima, vittima di una polmonite il ragazzo era stato curato con gli antibiotici e ad un conseguente controllo si evidenziava che il problema era in via di risoluzione.

Ma pochi giorni dopo, nuovi sintomi e segnali rimettono in allarme i genitori che riportano presso la struttura sanitaria il piccolo, dove, come detto, viene sospettata una forma di broncopolmonite.

Da qui la decisione del ricovero nel reparto di Pediatria, ma non si farà tempo neanche a svolgere l’iter burocratico previsto, e la situazione clinica di Stefano, improvvisamente precipitata, lo condurrà alla morte prematura.

I genitori, naturalmente vogliono capire quale destino avverso si è abbattuto sulla vita del loro amato figlio, consapevoli che nessuna risposta potrà riportare in vita Stefano.

Qualche delucidazione la potrà dare l’ esame autoptico previsto e predisposto. Il fine è anche di eliminare sospetti di una responsabilità medica. Eliminare il dubbio che la tragedia si possa trasformare in un altro caso di malasanità, di errore medico, di negligenza medica.

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come ottenere il giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog