Risarcimento Malasanità

E’ successo nell’aprile scorso nella casa di cura di Villa Pia. Una donna è morta dopo aver messo al mondo due figli. Le circostanze sono ancora da approfondire e definire ma l’accusa parla di omicidio colposo.

 

Tre medici sono stati rinviati a giudizio dal gup del Tribunale di Roma mentre ne è stato prosciolto un quarto.

 

Un presunto caso di malasanità, di errore medico, di negligenza medica che scuote ancora una volta l’opinione pubblica.

 

La prima udienza è stata fissata per il 13 marzo 2012, e da quella data i medici indagati dovranno iniziare a rispondere delle proprie responsabilità. Sono state ammesse come parti civili i familiari della vittima e il tribunale dei diritti del malato.

 

Il gup ha ordinato la trasmissione degli atti al pubblico ministero per circoscrivere eventuali altre responsabilità mediche penali a seguito dell’ispezione ministeriale nella casa di cura.

 

Da quanto emerge dalle prime indiscrezioni, il ginecologo dovrà rispondere dell’aver avviato la paziente al parto cesareo senza effettuare alcun monitoraggio, non curandosi così delle condizioni di una delle due placente e dello stato di anemia della donna rilevato nelle analisi del sangue di qualche giorno prima.

 

Allo stesso ginecologo è contestato anche, quindi, l’aver indirizzato la donna in una struttura sanitaria priva di emoteca e inadeguata a gestire un caso a rischio come questo.

 

Inoltre allo stesso professionista e ad un suo collega vengono contestate le improvvide manovre di secondamento della placenta, effettuando con grave ritardo l’isteroctomia, omettendo infine di installare un drenaggio nello scavo pelvico per il monitoraggio della perdita ematica.

 

All’anestesista viene contestata la mancata trasfusione preventiva e la mancata predisposizione di un’adeguata scorta di sangue determinando un grave ritardo nella terapia trasfusionale.

 

Una serie di errori medici, di negligenze mediche, che portano all’imputazione di gravi responsabilità mediche e mettono di fronte l’opinione pubblica ad un nuovo caso di presunta malasanità.

 

Il decesso della donna avviene al San Camillo, dove la giovane arriva in condizioni disperate, a seguito di uno shock emorragico.

 

La famiglia pretende, ovviamente, prima la verità, poi la giustizia.

 

Un nuovo caso di malasanità, di errore medico, di negligenza medica.

 

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come Ottenere il Giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog