Risarcimento Malasanità

 

Un caso di sospetta malasanità, di sospetto errore medico, sul quale il procuratore ha aperto un fascicolo.

Ha 46 ed è di origini albanesi la donna che è deceduta in circostanze ancora tutte da chiarire alcuni giorni dopo essere stata sottoposta ad un interento chirurgico per delle vene varicose.

L’intervento, ritenuto di routine, aveva avuto un esito positivo, senza complicanze da segnalare.

Il fatto è che la donna torna in ospedale quattro giorni dopo presso il Pronto Soccorso, accusando forti dolori alla testa e una non ben definita difficoltà nella respirazione.

Dopo il controllo i sanitari l’hanno dimessa e rassicurata su una sitomatologia che può essere ritenuta nell’ordinario dei disturbi possibili dopo un intervento chirurgico e che tutto si doveva risolvare entro qualche giorno.

La donna muore per arresto cardiocircolatorio, due gironi dopo la dimissione dal Pronto Soccorso. La Procura, di conseguenza ha deciso di indagare sulla vicenda.

C’è da aggiungere che il giorno dopo le rassicurazioni del Pronto Soccorso e quindi un giorno prima del decesso i figli della donna, vedendola in evidente stato di sofferenza avevano chiesto l’intervento della guardia medica e il medico accorso aveva richiesto il servizio del 118.

Il dubbio e la conseguente richiesta di fare luce sulla vicenda da parte del marito e dei due figli è legittimato dal fatto che la donna si era presentata alla vigilia dell’intervento chirurgico con un fisico giovane e forte. Ciò su cui si deve indagare quindi, è su un possibile o meno nesso causale tra l’intervento chirurgico e l’infausto esito.

Questo dubbio è sostanziale ed ha portato il pm a formulare l’accusa di omicidio colposo a carico dei due medici che ebbero in cura la sfortunata donna.

E’ stato nominato un medico legale dalla Procura che è stato incaricato di effettuare l’autopsia sul corpo della donna albanese.

La famiglia ha nominato un proprio perito di parte per essere assistiti durante il periodo di indagine.

Un presunto caso di malasanità, un presunto caso di errore medico che spaventa ancora l’opinione pubblica.

Vittima di una Malasanità? Hai Subito un Errore Medico? Non Sai Come Essere Risarcito? Hai Bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Una risposta a Malasanità: Muore una donna operata per vene varicose

  • Spett.le Redazione,

    Vorrei sottoporre alla Vostra attenzione la mia triste storia di ennesima vittima di malasanità…questa volta dell’ IFO di Roma, più precisamente del Dr. Cognetti e del Dr. Ferretti.

    Mia madre Rossiello Raffaella affetta da adenocarcinoma è stata ricoverata all’IFO di Roma e sottoposta a cure e trattamenti chemioteratipi sperimentali che la hanno condotta a morte nel giro di 3 settimane. Il dr. Cognetti di Medicina Oncologica A, si è approfittato dello stato di depressione e scoramento di mia madre (che voleva continuare a vivere) per farle firmare un consenso informato per chemioterapici sperimentali non adatti ad una paziente nello stato fisico di mia madre.

    Alla prima grave complicazione (una copiosa emorragia) il dr. Ferretti si è rifiutato di trasferirla in ospedale più idoneo (Visto che l’IFO-Istituto Nazionale Tumori – Regina Elena è sprovvisto di Pronto Soccorso e di Rianimazione), facendo morire mia madre per emorragia sotto gli occhi impotenti dei figli.

    Non contenti di ciò, il dr. Cognetti ha proceduto contro la volontà dei figli ad una autopsia per “blindare” la posizione dell’ospedale in relazione alle gravi negligenze commesse, ed ha proceduto personalmente alla contraffazione della cartella clinica in relazione alle cure/farmaci e quant’altro somministrato a mia madre.

    Questi criminali che in nome della scienza seviziano e portano a morte pazienti oncologici, utilizzandoli come cavie da laboratorio…vanno fermati.

    In Fede

    Simone Ballatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog