Risarcimento Malasanità

Diritti del Malato

I sistemi sanitari nazionali dell’Unione Europea sono diversi tra loro … è abbastanza palese.

Ma i diritti reclamati da tutti i pazienti o potenziali pazienti di tutti i paesi che formano l’Unione sono sostanzialmente sempre quelli. Così si spiega la nascita della Carta dei diritti fondamentali di Nizza.

Essa è il fondamento sulla quale si definiscono i diritti basilari del paziente:

  • Il Diritto alle Misure di Prevenzione
  • Il Diritto all’Acesso
  • Il Diritto all’Informazione
  • Il Diritto al Consenso
  • Il Diritto alla Libera Scelta
  • Il Diritto  alla Privacy e alla Confidenzialità
  • Il Diritto al Rispetto del Tempo dei Pazienti
  • Il diritto all’Osservanza di standard di qualità
  • Il Diritto alla Sicurezza
  • Il Diritto alla Innovazione
  • Il Diritto a Evitare Sofferenze e Dolore Non Necessari
  • Il Diritto a un Trattamento Personalizzato
  • Il Diritto al Reclamo
  • Il Diritto al Risarcimento

 

La Carta è sottoposta all’attenzione di tutta la società civile al fine di incentivare la difesa dei diritti del malato che elenca.

 

I DIRITTI DEL MALATO

 

Sono 14 i diritti del malato, che hanno lo scopo di proteggere il paziente in questa fase di evoluzione dei sistemi sanitari europei:

 

1- Il Diritto alle Misure Preventive

 

Ogni individuo ha diritto a servizi appropriati a prevenire la malattia

Chi si occupa di sanità ha l’onere di incentivare la consapevolezza delle persone in fatto di salute, garantendo alle fasce più a rischio, delle procedure sanitarie accessibili e prive di costi, e divulgando in modo oggettivo i risultati della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica.

 

2- Diritto all’Accesso

 

Ogni individuo ha il diritto di accedere ai servizi sanitari che il suo stato di salute richiede. I servizi sanitari devono garantire eguale accesso a ognuno, senza discriminazioni sulla base delle risorse finanziarie, del luogo di residenza, del tipo di malattia o del momento di accesso al servizio

E’ sostanziale …

Chi non può permettersi il trattamento che il suo stato di salute richiederebbe deve avere la possibilità di accedervi comunque. Tutti hanno il diritto di accedere a servizi sanitari adeguati, in modo slegato dal fatto che sia stato accolto nel piccolo ospedale o nella grande e rinomata clinica. Ogni individuo, anche senza regolare permesso di soggiorno, ha il diritto di ricevere le cure urgenti ed essenziali. Chi è affetto da una malattia rara ha lo stesso diritto di ricevere lo stesso trattamento di chi accusa una malattia più comune.

 

3- Diritto alla Informazione

 

Ogni individuo ha il diritto di accedere a tutti i tipi di informazione che riguardano il suo stato di salute e i servizi sanitari e come utilizzarli, nonché a tutti quelli che la ricerca scientifica e la innovazione tecnologica rendono disponibili

Tutti gli operatori sanitari devono personalizzare le informazioni sulle caratteristiche di ciascun paziente, facendo attenzione alle sue particolarità esistenziali come religione, lingua, appartenenza etnica. Le informazioni devono essere accessibili e libere da farraginosi iter burocratici. Il paziente ha il diritto di accedere direttamente alla sua cartella clinica e alla sua documentazione sanitaria. Tutti dovrebbero aver libero accesso alle novità della ricerca scientifica e della tecnologia.

 

4- Diritto al consenso

 

Ogni individuo ha il diritto ad accedere a tutte le informazioni che lo possono mettere in grado di partecipare attivamente alle decisioni che riguardano la sua salute. Queste informazioni sono un prerequisito per ogni procedura e trattamento, ivi compresa la partecipazione alla ricerca scientifica

Il malato deve avere tutte le informazioni relative al suo iter di cura, che sia un trattamento farmaceutico o un intervento chirurgico. Deve essere informato su tutti i rischi e i disagi, effetti collaterali correlati al suo iter curativo. Nonché deve essere informato sulle possibili alternative. Tutte informazioni che devono essere fornite con abbondante anticipo sull’inizio del trattamento previsto. Gli operatori sanitari sono tenuti a comunicare con il paziente con un linguaggio comprensibile anche a chi è sprovvisto della conoscenza tecnico-medica. Il consenso informato di un malato deve essere compilato su queste premesse. Il paziente ha il diritto di negarsi ad un trattamento o un intervento medico o di cambiare idea durante il trattamento, rifiutando di andare avanti. Il paziente ha il diritto di rifiutare di venire a conoscenza delle condizioni del suo stato di salute

 

5- Diritto alla libera scelta

 

Ogni individuo ha il diritto di scegliere liberamente tra differenti procedure ed erogatori di trattamenti sanitari sulla base di adeguate informazioni

 

Il malato ha il diritto di scegliere quali trattamenti di diagnosi fare, di scegliersi il medico di famiglia e i medici specialisti. E per far questo deve essere adeguatamente informato. Il paziente che ha perso la fiducia in un medico deve avere la possibilità di affidarsi ad un altro.

 

6- Diritto alla Privacy e alla Confidenzialità

 

Ogni individuo ha il diritto alla confidenzialità delle informazioni di carattere personale, incluse quelle  che riguardano il suo stato di salute e le possibili procedure diagnostiche o terapeutiche, così come ha diritto alla protezione della sua privacy durante l’attuazione di esami diagnostici, visite specialistiche e trattamenti medico-chirurgici in generale

La privacy è un diritto che deve essere rispettato. Trattamenti farmaceutici, iter curativi, interventi operatori e tutte le azioni sanitarie in generale devono essere considerate fatti privati del paziente in questione e per questo devono essere adeguatamente protetti.

 

risarcimento malasanità

 

7- Diritto al rispetto del tempo dei pazienti

Ogni individuo ha diritto a ricevere i necessari trattamenti sanitari in un periodo di tempo veloce e predeterminato. Questo diritto si applica a ogni fase del trattamento 

Il paziente ha il diritto di conoscere i tempi di attesa di ogni trattamento, nonché il periodo entro il quale deve essere necessariamente erogato, considerato il livello specifico di urgenza. Tutti devono avere la possibilità di poter consultare le liste di attesa, rispettando ovviamente la privacy. Deve essere garantita l’accessibilità a dei servizi alternativi di qualità comparabile.

 

8- Diritto al rispetto di standard di qualità

 

Ogni individuo ha il diritto di accedere a servizi sanitari di alta qualità, sulla base della definizione e del rispetto di precisi standard

E’ necessario quindi il rispetto di precisi standard di qualità, continuamente posti sotto puntuale controllo.

 

9- Diritto alla sicurezza

 

Ogni individuo ha il diritto di essere libero da danni derivanti dal cattivo funzionamento dei servizi sanitari, dalla malpractice e dagli errori medici, e ha il diritto di accesso a servizi e trattamenti sanitari  che garantiscano elevati standard di sicurezza

Tutte le strutture sanitarie devono tenere sotto controllo i fattori di rischio statisticamente conosciuti e garantire che tutto il reparto tecnico, meccanico ed elettronico sia mantenuto in buono stato e costantemente revisionato. La responsabilità della sicurezza dell’iter curativo è del professionista sanitario che lo applica. I medici e tutto il personale sanitario devono essere oggetto di formazione continua.

 

10- Diritto all’innovazione

 

Ogni individuo ha il diritto all’accesso a procedure innovative, incluse quelle diagnostiche, secondo gli standard internazionali e indipendentemente da considerazioni economiche o finanziarie

Tutti gli operatori si devono impegnare nella promozione della ricerca in campo biomedico, soprattutto nell’ambito delle malattie rare. I risultati della ricerca scientifica devono essere adeguatamente condivisi.

 

diritti del malato

 

11- Diritto a evitare le sofferenze e il dolore non necessari

 

Ogni individuo ha il diritto di evitare quanta più sofferenza possibile, in ogni fase della sua malattia

Cure palliative e la completa facilitazione all’accesso dei malati ad esse, devono essere uno degli obiettivi da perseguire per tutte le strutture sanitarie

 

12- Diritto a un trattamento personalizzato

 

Ogni individuo ha il diritto a programmi diagnostici o terapeutici quanto più possibile adatti alle sue personali esigenze

Il malato ha diritto a programmi flessibili, che hanno come fine l’individualità dell’uomo, non permettendo che la sostenibilità economica sia da barriera al diritto di cura.

 

13- Diritto al reclamo

 

Ogni individuo ha il diritto di reclamare ogni qual volta abbia sofferto un danno e ha il diritto a ricevere una risposta o un altro tipo di reazione

Le strutture sanitarie devono garantire il diritto al malato di vedersi riconoscere le eventuali violazioni subite nell’iter di cura, informandolo costantemente. L’iter del reclamo deve essere facilitato in modo da pervenire alla risposta nel modo più veloce possibile. Come deve essere garantito al malato di poter avviare un’azione legale o di avere accesso a procedure di conciliazione.

 

14- Diritto al risarcimento

 

Ogni individuo ha il diritto di ricevere un sufficiente risarcimento in un tempo ragionevolmente breve ogni qual volta abbia sofferto un danno fisico ovvero morale e psicologico causato da un trattamento di un servizio sanitario

Le strutture devono garantire il giusto risarcimento, in base alla gravità del danno e la sua causa  anche quando la responsabilità  non possa essere accertata con assoluta sicurezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog