Risarcimento Malasanità

 

Malasanità: ma in fondo che cos’è?

 

Su cosa si possa definire malasanità, su cosa si possa indicare come errore medico, su cosa possa essere catalogato come negligenza medica dobbiamo avere sempre le idee chiare per poter pretendere un risarcimento.

 

E’ malasanità, se un paziente si sottopone ha un esame radiologico di routine, gli viene detto che va tutto bene e un anno dopo si accorge che  l’esame diagnostico strumentale è stato letto male. Se fosse stato interpretato correttamente il paziente avrebbe portuto ricorrere ad un intervento chirurgico localizzato e meno invasivo mentre ora si ritrova con un tumore diffuso in tutto il corpo.
Un caso che merita il giusto risarcimento

 

E’ negligenza medica se un radiologo non riesce a dire ad un paziente di un tumore al cervello che ha visto chiaramente e il ritardo dell’informazione provoca la perdita totale della vista ad un occhio che avrebbe potuto essere evitata con un operazione prima che l’espandersi del cancro interrompesse l’afflusso di sangue al nervo ottico. Un caso che merita il giusto risarcimento.

 

E’ un errore medico da riparare con un giusto risarcimento, se il dottore di un pronto soccorso sottovaluta le lamentele di una paziente dolorante alla pancia e alla schiena e non sottoponendola precauzionalmente ad un test di gravidanza non riconosce una gravidanza originata nella tuba di Falloppio che si romperà due giorni dopo.

 

Si tratta di malasanità se un medico, intento in un intervento chirurgico per via laparoscopica non si accorge di aver perforato l’intestino del paziente. Una situazione che se riconosciuta poteva essere riparata nello stesso intervento e non attraverso un ulteriore operazione una settimana dopo.

 

Cosa ne pensate di un medico del pronto soccorso che, durante la cucitura di una grande lacerazione, prende il nervo al posto dell’arteria e se ne accorge quando il danno neurologico è irreparabile. E’ un errore medico? Merita il giusto risarcimento?

 

malasanità

 

E’ malasanità se un paziente sottoposto a dialisi si lamenta con l’infermiera perchè a suo avviso lo shunt (la valvola che mette in comunicazione il tubo della dialisi con le arterie del braccio) è infettata e sporca. L’infermiera non fa attenzione alle lamentele, e prosegue la sua routine di preparazione al trattamento di dialisi che durerà tre ore. Il paziente torna a casa, e lo shunt, che è collegato direttamente all’arteria scoppia. Nonostante ogni sforzo per fare pressione e chiudere in qualche modo la ferita aperta, l’arteria pompa talmente forte che il paziente muore dissanguato in pochi minuti. La polizia che arriva sul luogo pensa in prima battuta alla scena di un delitto appena commesso. La realtà è dura da accettare. Se lo stunt fosse stato visionato e sostituito si sarebbe evitato il tragico epilogo. Un caso che merita assoltamente il giusto risarcimento.

 

E’ errore medico non riconoscere in tempo la sofferenza fetale del bimbo durante il parto. Non procedere ad un taglio cesario di emergenze può tradursi in danni neurologici irreparabili per il feto. Un errore medico, una malasanità che può costare davvero cara. Qui il giusto risarcimento è l’unica speranza per una famiglia per affrontare le difficoltà future di un bambino disabile.

 

E’ malasanità il caso di una donna a cui era stato detto che se non si fosse sottoposta ad un intervento di isterectomia sarebbe con tutta probabilità morta di cancro, per scoprire dopo l’intervento che non c’era nessuna emergenza tumorale e l’asportazione dell’utero è stata totalmente inutile con tutti i danni che ne conseguono.

 

E’ negligenza medica quando un ortopedico continua a somministrare un farmaco ad un paziente che lamenta dolori alla schiena e all’anca senza informarlo degli effetti collaterali del farmaco in questione e il paziente muore a causa della rottura di un enorme ulcera gastrica. La domanda è: se avesse saputo di questi pesanti effetti collaterali avrebbe assunto ugualmente il farmaco?

 

E’ malasanità quando ad un giovane sottoposto a semplice intervento di routine sbagliano fatalmente il dosaggio di anestesia e il paziente muore. Un caso che merita il giusto risarcimento.

 

Di tutti questi esempi rimane un tema che li collega …

 

La negligenza di un medico o di un infermiere

 

Naturalmente, questi medici e questi infermieri non avevano nessuna intenzione di creare queste situazioni, ma vi sono incappati per disattenzione ed incuria. Sono casi realmente accaduti negli ospedali pubblici o nelle strutture sanitarie. Ogni caso ha una storia diversa e porta con sè entita di danno differenti. Ma di sicuro ognuno di questi pazienti o parenti danneggiati restituirebbe il risarcimento ottento con la restituzione della loro salute o del loro caro defunto.

 

Hai subito una Malasanità? Non sai come fare per Ottere il Giusto Risarcimento?

Abbiamo la Soluzione

 

 

 

Malasanità, Errore Medico, Risarcimento Malasanità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog