Risarcimento Malasanità

Sin dalla notte dei tempi, il sangue ha suscitato un certo fascino sull’uomo, che lo riteneva la fonte della vita, ma anche della forza e del coraggio.

Nel papiro di Erbes e nell’Odissea si indica l’immersione di un soggetto in una vasca colma di sangue quale metodo per fortificarlo e, secondo Erofilo della Scuola Alessandrina, i sacerdoti egiziani usavano somministrare sangue ai faraoni per rinvigorirli.

Ippocrate di Cos prescriveva la somministrazione di sangue nel trattamento del “morbo sacro”, l’attuale epilessia.

Plinio il Vecchio riferisce che si prescriveva agli anziani e agli epilettici di bere il sangue caldo dei gladiatori uccisi nelle arene per rinvigorirsi.

Anche Celso e Tertulliano narrano l’usanza di prescrivere sangue come farmaco.

La parola “trasfusione” venne utilizzata la prima volta da Celso nel “De Re Medica”. Con “trasfusione” non veniva utilizzato però per indicare l’introduzione di sangue estraneo, ma il passaggio del sangue dalle vene alle arterie, le quali si ritenevano occupate solo dall’aria.

Anche nel Medioevo si usava bere sangue, considerato un tonico per ringiovanire ed una medicina dalle molteplici proprietà curative.

Risale al 1492 la prima trasfusione di sangue che la storia ricordi, vista l’importanza del protagonista: Papa Innocenzo VIII. Il procedimento non ebbe successo e il Papa morì.

Seguirono una serie di insuccessi famosi che portarono addirittura il Parlamento britannico ad abolire la pratica della trasfusione.

La trasfusione venne ripresa dal medico inglese James Blundell nel 1818, il primo a comprendere che il solo il sangue umano poteva essere trasfuso ad esseri umani. Ma non si conosceva ancora l’esistenza dei gruppi sanguigni e gli insuccessi proseguirono.

Ai primi del ‘900 furono individuati i gruppi sanguigni O, A, B, e AB e successivamente anche il sistema Rh.

Nel 1930 a Londra venne costituita la prima Banca del Sangue.

Progredirono con continuità le conoscenze nel campo della conservazione del sangue che veniva congelato e conservato in sacche di plastica che ne garantivano la genuinità ed allontanavano il rischio di una contaminazione. Così pian, piano la tecnica della trasfusione del sangue e dei suoi derivati è entrata nella pratica medica non solo come supporto a moltissime terapie, ma anche come strumento indispensabile per l’evoluzione delle più moderne tecniche nel campo della chirurgia e delle malattie del sangue.

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai come Ottener il giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog