Risarcimento Malasanità

L’ Algodistrofia è una sindrome dolorosa di una mano, un piede o un intero arto, che può far insorgere problematiche vaso motorie e trofiche e anche condurre ad una importante demineralizzazione ossea.

L’ algodistrofia potrebbe derivare da un disturbo del funzionamento dei nervi simpatici. L’ algodistrofia insorge come conseguenza di un trauma (frattura, distorsione), di un intervento chirurgico o senza una causa apparente.

L’ algodistrofia colpisce più spesso gli arti inferiori, ma può interessare anche  quelli superiori (per esempio nella sindrome spalla-mano dopo un infarto del mio cardio).

 

Sintomi e diagnosi dell’algodistrofia

L’ algodistrofia si presenta con un’impotenza dolorosa progressiva della mano, del piede o dell’interno di un’arto. Per prima cosa si nota un rigonfiamento dei tessuti molli accompagnato da aumento di calore locale, al quale usualmente fa seguito il raffredammento della zona e la retrazione dei tessuti, che causano la rigidità dell’articolazione. Una radiografia può evidenziare una demineralizzazione più o meno importante.

La diagnosi clinica dell’ algodistrofia si basa sugli specifici dolori e disturbi trofici. La demineralizzazione può essere rilevata tempestivamente mediante una scintigrafia ossea e altre tecniche si imaging (risonanza magnetica, TC).

 

Trattamento dell’algodistrofia

Il trattamento dell’ algodistrofia prevede in primo luogo il riposo del segmento di arto colpito. E’ indicato l’uso del bastone o di una stampella per evitare il dolore dovuto a un’algodistrofia del piede o del ginocchio.

Normalmente, i sintomi dell’ algodistrofia cessano nell’arco di 6-18 mesi ma, per accelerare la guarigione è utile l’uso di calcitonina, vasodilatatori e anestesie locoreginali per blocco nervoso simpatico. Un eventuale intervento di rieducazione può scongiurare il pericolo di anchilosi.

L’ algodistrofia può comportare conseguenze permanenti quali una certa rigidità e, se interessa la mano, una retrazione definitiva delle dita.

Vittima di Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai come Ottenere il Giusto Risarcimento? Hai Bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

3 risposte a Algodistrofia

  • Il vostro e’ un servizio di notevole interesse, poiche’ assume un confronto con la situazione soggettiva, nella fattispecie, soffro con dolori acuti al ginocchio dx, 2 specialisti hanno diagnostic. Algodistrofia, con riposo, stampelle, fortilase orto cap.una al giono, natecal pastiglie 2 al di, clody fiale intram.ogni 15 gioni x 6 mesi.e’ passato oltre un mese non ho ancora miglioramenti. Per evitare movimenti bruschi uso anche una ginocchiera. Possibile che l’antinfiammatore non riesce ad avere buoni effetti. Cosa posso fare per incentivare il ptocesso di guarigione.

  • TANTA MAGNETOTERAPIA, PER MESI E MESI, GRADATAMENTE DA DIECI MINUTI AL GIORNO A BASSA FREQUENZA PER POI AUMENTARE ED ARRIVARE A 99 DI POTENZA E A MEZZ’ORA AL MATTINO E MEZZ’ORA LA SERA CHIEDI AD UN BUON FISIATRA, AFFITTANO GLI APPARECCHI

  • Sono affetta da collettivite da anni nel 2012 dopo uno zoster senza traumi alcuni un grave edema alla mano bloccando di fatto 4 dita della mano, deformandola con un dolore orribile le dita sono rimaste a forbice sono oramai passati 9 mesi con diagnosi di poliartrite, curate con vari farmaci cortisonici e x A R adesso la nuova diagnosi e algodistrofia ma è anche la spalla colpita con marcata tendinosi artrosi e altro presenza di liquido, la spalla non si muove assolutamente trovo un Po di beneficio con lirica ma la mano oltre le dita rinseccoltite non ci sta modo di farle funzionare, ora la spalla la mia vita è un inferno non potendo fare nulla neanche tagliarmi le cose nel piatto, qualche consiglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog