Risarcimento Malasanità

Encefalopatia Cerebrale

L’encefalopatia cerebrale è una sindrome clinica caratterizzata da disturbi della funzione neurologica nei primissimi giorni di vita in neonati partoriti dopo la 34ema settimana di gestazione.

Viene diagnosticato a seguito di un esame clinico che evidenzia letargia, stupore, coma con o senza convulsioni, respirazione difficoltosa, anomalie pupillari e dei nervi cranici, ipotonia, riflessi assenti o iporiflessia.

Le cause dell’encefalopatia neonatale possono essere eterogenee: ipossia-ischemica, ictus, sepsi, disordini metabolici, malformazioni cerebrali, malattie genetiche e altro ancora.

La maggior parte dei fattori di rischio sono già presenti nella  fase prenatale, e classificandoli su un piano temporale vengono raggruppati in:

  • 69% fattori di rischio ante partum
  • 4% evidenze di ipossia intra partum senza fattori di rischio preconcezionale o ante partum
  • 25% fattori di rischio ante partum ed evidenza di ipossia intra partum
  • 2% nessun fattore di rischio evidente

L’encefalopatia neonatale può evolvere in danno neurologico permanente.

Ecefalopatia ipossico-ischemica

L’encefalopatia ipossico-ischemica è un tipo di encefalopatia neonatale, i cui sintomi e segni neurologici sono causati dall’ipossia e dall’ischemia.

Eventi ipossico-ischemici possono verificarsi prima, durante e dopo il parto. Quando essi sono di particolare gravità il danno si può verificare:

  • 20% ante partum
  • 35% intra partum
  • 35% ante e intra partum
  • 10% post natale

Bisogna sottolineare che le infezioni intrauterine possono danneggiare il cervello fetale e il quadro alla nascita è difficilmente distinguibile da quello causato da un evento ipossico.

La diagnosi è difficile perchè la patogenesi non è collegata alla presenza diretta del microrganismo, ma ad effetti indiretti come vasculiti a livello fetale e placentare o ad effetti lesivi sul cervello fetale da parte di tossine batteriche.

L’esito dell’encefalopatia ipossico-ischemica è correlato al grado di severità:

  • encefalopatia lieve (stadio I): prognosi quasi sempre favorevole
  • encefalopatia moderata (stadio II): esiti sfavorevoli nel 20-25% dei casi
  • encefalopatia grave (stadio III): prognosi sfavorevole in quasi tutti i casi

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come Ottenere il Giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog