Risarcimento Malasanità

L’uso della radioterapia con la chemioterapia

L’associazione chemioterapia e radioterapia può essere effettuata in modo sequenziale (somministrazione in tempi successivi) oppure concomitante (somministrazione contemporanea, sfruttando la sinergia).

 

La radioterapia può essere associata con:

  1. farmaci che modificano la curva di sopravvivenza delle cellule tumorali
  2. farmaci in grado di indurre la radiosensibilizzazione delle cellule tumorali radioresistenti
  3. farmaci che posseggono un effetto antitumorale di tipo addittivo o sinergico con la terapia radiante.

 

Va detto che l’associazione radioterapia-chemioterapia può risultare talvolta rischiosa.

Tecniche Speciali di Radioterapia

Si possono menzionare tre tipi di tecnica speciale di radioterapia:

  1. La radioterapia conformazionale
  2. La Stereotassi
  3. La radioterapia a modulazione d’intensità

 

La radioterapia conformazionale è una tecnica diventata usuale per i trattamenti radicali ad alto dosaggio.

 

La stereotassi è una tecnica ad elevata precisione per la somministrazione di alte dosi di radiazioni a piccole lesioni. Il trattamento viene effettuato mediante campi multipli statici o ad archi per concentrare la dose al bersaglio e ottenere il massimo risparmio  dei tessuti sani circostanti.

 

Oggi il trattamento di stereostassi viene utilizzato per irradiare prevalentemente neoplasie cerebrali primitive e secondarie e malformazioni artero-venose generalmente con un diametro massimo di 35 mm. Viene applicato anche nelle neoplasie corporee in particolare in sede toracica e addominale.

 

E’ nata cosi la radioterapia stereotassica extracranica (SBRT) che può curare lesioni che non devono superare i 5 cm di diametro. Possono essere trattate metastasi polmonari, epatiche, surrenaliche, linfonodali, pancreatiche e poi l’epatocarcinoma, il carcinoma renale, le recidive pelviche di neoplasie ginecologiche, urologiche e intestinali.

 

La radioterapia a modulazione di intensità, infine, è una tecnica che consente di modificare l’intensità del fascio all’interno del campo di trattamento con la finalità di migliorare ulteriormente la capacità di proteggere sedi critiche situate vicino al tumore.

 

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come Ottenere il Giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog