Risarcimento Malasanità

I Sintomi

L’Alzheimer, inizialmente, si manifesta con sintomi banali, che dipendono da soggetto a soggetto e che evidenziano la loro gravità progressivamente nel tempo.

I disturbi della memoria rappresentano il primo sintomo del morbo di Alzheimer.

Si possono manifestare in modo isolato ma costante per diversi mesi o anni.

Il paziente non riesce a ricordare il nome di una persona o di un luogo che dovrebbero essere ben noti e mostra alterazioni dell’orientamento spazio-temporali.

In una fase successiva dell’Alzheimer, il paziente non è più in grado di ricordare gli episodi salienti della sua vita e non riesce a riconoscere le persone conosciute in ambito scolastico o professionale, fino a manifestare una pressoché completa perdita del proprio bagaglio culturale.

I disturbi del comportamento sono relativamente precoci ma si riscontrano effettivamente molto più tardi rispetto alla loro comparsa.

Il paziente rimane indifferente a quello che gli succede intorno e appare decisamente meno attivo di un tempo. Queste reazioni, nel morbo di Alzheimer sono la reazione del soggetto ai problemi di memoria, ma sono anche da riallacciare ad una possibile sindrome depressiva.

Durante il procedere dell’Alzheimer possono manifestarsi anche disturbi del carattere come una facile irritabilità, e il presentarsi di manie di persecuzione.

I disturbi del linguaggio, in una prima fase, passano spesso inosservati. Il paziente utilizza spesso termini generici o perifrasi per l’incapacità di usare determinate parole.

In seguito l’afasia di concretizza chiaramente. I discorsi sono poco informativi o appaiono incoerenti. Alcune sillabe o parole vengono invertite o sostituite. Si manifesta poi, nel paziente, una grave difficoltà di comprensione del linguaggio.

I disturbi dell’attività motoria conseguenti alla diagnosi di morbo di Alzheimer si evidenziano nella difficoltà a compiere gesti quotidiani come vestirsi o semplicemente tenere in mano una forchetta, anche se il paziente non manifesta nessuna paralisi.

Con l’avanzare della malattia si manifestano difficoltà nel riconoscimento dei volti non consentendo più al paziente di distinguere i propri cari o la propria immagine riflessa in uno specchio.

Il morbo di Alzheimer può iniziare talvolta con uno stato confusionale spontaneo o può essere scatenato dall’assunzione di farmaci (in modo particolare anticolinergici), da una malattia o da uno shock affettivo come la scomparsa di una persona cara o di un trasloco)

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come ottenere il giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto? 

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog