Risarcimento Malasanità

 

Presentazione di Faccia

La presentazione di faccia si verifica quando la testa fetale ha un grado di estensione estremo. L’occipite fetale è in contatto con il dorso.

L’incidenza della presentazione di faccia è statisticamente calcolata in 2 casi su 1000 parti.

Generalmente, nelle situazioni di presentazione di faccia, la rotazione interna avviene in posizione mento-anteriore e la testa partorisce per flessione. Se ruota in mento-posteriore, il parto per via vaginale è virtualmente impossibile.

La diagnosi di una situazione di presentazione di faccia deve essere precoce. Il ritardo implica un aumento della mortalità perinatale di due volte e mezzo.

La diagnosi di una presentazione di faccia avviene per via addominale percependo la testa non impegnata, dalla stessa parte del dorso fetale o per via vaginale palpando i rilievi sopraorbitali e la bocca fetale (differenziabile dall’ano per i contorni duri delle gengive fetali).

La gestione del travaglio in una situazione di presentazione di faccia deve avvenire attraverso un  monitoraggio elettronico continuo della frequenza cardiaca fetale mediante trasduttore esterno.

Si possono prevedere tre possibili evoluzioni di una presentazione di faccia:

  1. posizione mento-anteriore (60-80%). L’espletamento del parto per via vaginale è probabile. E’ permesso l’uso del forcipe mentre l’uso della ventosa è controindicata. In caso di lenta progressione del travaglio si deve passare al taglio cesareo
  2. posizione mento-laterale (10%). Attendere la rotazione a mento anteriore che resta n avvenimento probabile. Se si dovesse verificare un arresto della rotazione bisogna essere pronti a procedere al taglio cesareo
  3. posizione mento-posteriore (20-25%). Nel 25% dei casi avviene una rotazione in mento-anteriore. Nel caso contrario bisogna procedere a taglio cesareo

L’uso dell’ossitocina è consentito ma solo dopo accurata valutazione clinica.

Generalmente nel 70-90% delle presentazioni di faccia il parto avviene per via vaginale spontaneamente o con l’uso di forcipe al piano perineale (il forcipe è consentito solo quando la testa fetale ha iniziato a distendere il piano perineale).

In certe situazioni, al momento della nascita può rendersi necessario l’intubazione neonatale per la possibilità di un’ostruzione delle vie aeree dovuta a trauma della laringe e della trachea.

Statisticamente, la presentazione di faccia non tende a ripetersi nei parti successivi.

Subito dopo il parto la faccia del neonato è edematosa ed ecchimotica. Trattandosi di una condizione transitoria (24-48 ore), è necessario tranquillizzare i genitori.

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come Ottenere il Giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog