Risarcimento Malasanità

Nella terminologia ostetrica corrente i termini asfissia, acidosi, acidemia, sofferenza asfittica e sofferenza fetale acuta, vengono spesso utilizzati come sinonimi.

Anche il termine ipossia viene utilizzato in questo senso, ma in genere per definire le fasi iniziali, di minore gravità, del processo patologico.

Con il termine encefalopatia ipossico-ischemica neonatale si intendono invece le manifestazioni neurologiche che si verificano in conseguenza di una asfissia perinatale.

Alcune ricerche sostengono che questo quadro ha una frequenza di circa 4 casi per 1000 nati.

L’associazione tra basso indice di Apgar alla nascita ed encefalopatia di grado severo (manifestazioni neurologiche e convulsioni) comporta un rischio di morte o problematiche neurologiche gravi pari al 70%.

Le cause sono diverse: nella gran parte dei casi il momento scatenante è costituito da una diminuzione acuta o cronica degli  scambi gassosi tra madre e feto, per cui la prevalente utilizzazione delle vie anaerobiche per la produzione di energia porta successivamente alla liberazione nel circolo fetale di una quota considerevole di radicali acidi e in particolare di acido lattico.

Il meccanismo con il quale l’asfissia si verifica è conosciuto solo in parte.

In molti casi il processo è presumibilmente legato ad una anomala formazione della placenta, ha un andamento cronico e si traduce nella nascita di feti di dimensioni inferiori alla norma.

Anche le cause di asfissia nei feti normalmente sviluppati verso il termine della gravidanza, e sopratutto in travaglio di parto, sono eterogenee, ma è possibile che una acuta comprensione del cordone ombelicale e un altrettanto acuta riduzione dell’apporto di sangue all’utero giochino un ruolo preponderante.

Le cause più frequenti di asfissia in travaglio di parto possono essere:

  • ipotensione materna, shock, anemia grave, emorragie ecc
  • distacco di placenta, placenta previa, ipertensione
  • compressione, prolasso, procidenza del funicolo ecc
  • gravi malformazioni fetali
  • riduzione del flusso utero-placentare sul versante materno
  • interruzione degli scambi gassosi placentari, rottura d’utero
  • interruzione del flusso ematico ombelicale
  • ipossia transitoria in feto compromesso

 Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come ottenere il giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

 Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog