Risarcimento Malasanità

Il tabagismo è la classica intossicazione da tabacco, consumato sotto forma di sigarette e sigari, ma anche fiutato, masticato e fumato nella pipa.

Il fumo di tabacco contiene nicotina (alcaloide tossico per l’apparato cardiovascolare, la cui assunzione provoca dipendenza) e altre sostanze nocive per la salute, derivate in particolare dalla combustione del tabacco stesso, della carta e degli additivi della sigaretta. Le più dannose sono i catrami cangerogeni e il monossido di carbonio.

Almeno un terzo dei tumori e l’80% delle broncopneumopatie ostruttive croniche che conducono all’insufficenza respiratoria cronica sono  riconducibili al fumo di tabacco.

In associazione con gli altri fattori di rischio, il fumo di tabacco è responsabile delle malattie cardiovascolari.

Si stima che il fumo di tabacco, nei paesi industrializzati, sia la causa di tre milioni di morti l’anno, la metà dei quali ha meno di 65 anni.

La percentuale dei forti fumatori negli ultimi anni è drasticamente aumentata. Si è riscontrato che se in genere i fumatori non accaniti riescono a smettere senza difficoltà, spesso i forti fumatori fanno periodici tentativi di rinunciare al tabacco, ma dopo un certo periodo ricominciano a consumarlo.

Patologie legate al fumo di tabacco

Affezioni respiratorie

Tra quelle tipiche dei fumatori vi è la bronchite cronica, che può evolvere in enfisema e in insufficienza respiratoria cronica.

Tumori legati al fumo di tabacco

I tumori legati al fumo, sono rappresentati soprattutto dal cancro del polmone, che può svilupparsi dopo alcune decine di anni di consumo di tabacco.

Il rischio di cancro del polmone è più alto quanto più il consumo di fumo di tabacco è intenso, ma la durata in anni dell’utilizzo continuativo è un fattore maggiormente determinante della quantità giornaliera: quanto più precocemente si comincia a fumare, tanto maggiore è il rischio di essere colpiti da un tumore al polmone.

La credenza diffusa che un fumatore occasionale non corra alcun rischio è sbagliata: non esiste un lumite al di sotto del quale il rischio si essere colpiti da un tumore al polmone è pari a zero.

Il tabagismo può portare anche a tumori del cavo orale (tipici dei fumatori di pipa e dei masticatori di tabacco), del rinofaringe, della laringe e dell’esofago.

Infine, si è dimostrato associato ad altri tipi di neoplasie (cancro del collo dell’utero, cancro della vescica)

Malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari sono causate dalla nicotina e dal monossido di carbonio, che compromettono l’ossigeno dei tessuti, aumentando le probabilità che si sviluppino patologie a carico delle coronarie (angina, infarto del miocardio), aterosclerosi dell’aorta (aneurisma) e arterite agli arti inferiori.

Il rischio cardiaco aumenta se il consumo di fumo di tabacco è associato ad altri fattori di rischio vascolare quali ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia o contraccettivi orali (pillola).

I diabetici sono più soggetti a sviluppare un’arterite.

Se colpisce il cervello, la sclerosi vascolare prodotta dal tabagismo può provocare un ictus.

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore medico? Non sai come Ottenere il Giusto Risarcimento? Hai Bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Una risposta a Tabagismo: il Vizio del Fumo (prima parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog