Risarcimento Malasanità

L’amniocentesi resta una procedura invasiva, e per questo, soggetta a continui ripensamenti.

Ma la tendenza sembra indicare un ricorso all’amniocentesi sempre più agile e sicuro.

Il liquido amniotico è trasparente nel 90% dei casi intorno alla 16esima – 20esima settimana.

Talvolta il liquido amniotico ha una colorazione verdastra più o meno intensa che secondo alcuni va attribuita ad un passaggio del contenuto intestinale in conseguenza di una non patologica immaturità funzionale.

Il liquido amniotico può essere di colore bruno in conseguenza di  episodi emorragici di vecchia data, o rosso per quelli recenti.

Le stesse, più o meno, colorazioni, si possono riscontrare nella gravidanza avanzata, ed ovviamente durante il travaglio. Queste riconoscono le stesse rispettive cause e cioè l’emissione di meconio in conseguenza di ipossia grave, e l’emorragia intra- o extra-amniotica per distacco di placenta o rottura dei vasi fetali.

I dati sulla colorazione del liquido amniotico al termine della gravidanza e prima della rottura del sacco amniotico si possono avere mediante l’amnioscopia, e cioè la diretta osservazione del liquido amniotico attraverso un tubo rigido inserito nella cervice uterina.

Un colore verde del liquido amniotico, sintomo di una possibile ipossia fetale pregressa o in atto, assume grande valore ai fini della definizione della situazione clinica e del relativo trattamento.

Alle informazioni attenute dall’analisi diretta vanno aggiunti i dati che si possono ottenere dalla valutazione attraverso ecografia del volume del liquido amniotico.

Alterazioni del volume del liquido amniotico si riscontrano nel 7% dei casi e possono essere indice di importanti patologie della gravidanza.

Quando compaiono nel terzo trimestre, hanno un grado di pericolosità moderato.

Viceversa le forme gravi di poli- o di oligoidramnios presenti già nel secondo trimestre si associano a mortalità o morbilità perinatale elevata.

La valutazione ecografica del volume del liquido amniotico viene definita “semiquantitativa” e consiste nella misurazione della tasca più profonda di liquido, o nella somma delle misure delle quattro tasche più profonde in ciascuno dei quattro quadranti dell’utero.

Vittima di una Malasanità? Hai subito un Errore Medico? Non sai Come Ottenere il Giusto Risarcimento? Hai bisogno di Aiuto?

Clicca Qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy

 

Se Ti Serve Aiuto

eu-cookie-law">

Compila il Modulo

CLICCA QUI

Riceverai una risposta

ENTRO 24 ORE

RSSFeed

 

Iscriviti al nostro servizio

RSSFeed

eu-cookie-law">

Clicca Qui

 

 

Per maggiori informazioni su cosa sono gli RssFeed leggi questi due articoli cliccando Qui

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog
BlogItalia - La directory italiana dei blog